iusna.net su twitter
Segui iusna.net su Follow iusna on Twitter
 
 
Home
Sentenze TAR Campania
Recensioni
La rivista
Contattaci
Dicono di noi
Collaborazioni
Newsletter
Logo & banner
 
Libri & Diritto
 
 
Diritto pubblico on line
La giustizia amministrativa
Lexitalia
Giustamm
 
Preleva le news di iusna.net
 
Notizie: 816
Collegamenti web: 10
Visitatori: 5160159
 
 


Sulla nullità della clausola del bando che consente la revisione prezzi dopo un certo arco temporale
Scritto da La redazione iusna.net   
TAR Napoli, Sez. I, 26 maggio 2010 / 29 luglio 2010, n. 17174 (Pres. Guida, est. Guarracino)
 
L'art. 6 della legge 537/93 (come ora l’art. 115 del d.lgs. 163/06) si limitava a sancire il principio dell'obbligatorio inserimento nei contratti ad esecuzione periodica o continuativa di beni o servizi stipulati con le pubbliche amministrazioni di una clausola di revisione del prezzo, senza specificamente definire il contenuto del relativo credito e rimettendo, quindi, alla determinazione delle parti contraenti i presupposti costitutivi del diritto, la sua entità e le modalità del suo esercizio, fermo, peraltro, il limite generale della frode alla legge, che non consentiva, come non consente adesso, di vanificare quel diritto mediante il ricorso a clausole che di fatto ne aggirino l’obbligo.

Non può ritenersi elusivo della richiamata previsione normativa la stipulazione di una clausola che, conformemente allo spirito ed alla lettera della legge, preveda che si faccia luogo alla revisione del prezzo originariamente pattuito soltanto dopo l’avvenuto decorso di un primo arco temporale, che nel caso concreto è stato fissato in un anno e mezzo e che, alla luce di tutto quanto si è detto, non appare incongruo od irragionevole o tale da frustrare, vanificare od aggirare l’obbligo posto dall’art. 6 cit.

 La pronuncia si segnala anche in tema di interruzione del processo a seguito dello scioglimento di Ente pubblico:

In generale, la soppressione di un ente pubblico non ne determina il venir meno della soggettività tutte le volte in cui, pur se la totalità dei rapporti che ad esso facevano capo siano stati trasferiti, di una parte di questi ultimi sia prevista la liquidazione e tale liquidazione, anziché essere svolta da organi ordinari dell'ente subentrato nei rapporti da liquidare, sia compiuta da un organo appositamente istituito in qualità di liquidatore dei rapporti pregressi (TAR Lazio, sez. II bis, 2 ottobre 2009, n. 9558; Cass., sez. III, 9 aprile 2001 n. 5279) [...] In ogni caso, l’art. 24 della legge 1034/71, che disciplina nel processo amministrativo l’interruzione del giudizio, riguarda i soli eventi che colpiscono le parti private e non anche la parte pubblica, sicché, per giurisprudenza pacifica, nel caso di trasformazione o soppressione di un ente pubblico trova applicazione l’art. 92 del r.d. 17 agosto 1907, n. 642, per il quale la morte del ricorrente, e quindi a maggior ragione delle altre parti, non determina interruzione del giudizio.

 

 
Regolarizzazione del "lavoro nero" - giurisdizione del G.O.
Scritto da La redazione iusna.net   
TAR Napoli, Sez. VIII, 21 luglio 2010, n. 16907 (Pres.ff Pagano, est. Buonauro) 
 
L'oggetto effettivo della controversia è di appurare se l’amministrazione abbia legittimamente rifiutato alla parte istante l'ammissione alla regolarizzazione previdenziale ed assicurativa, accertando se sussistono o meno i presupposti per avvalersi di norme, sia pure eccezionali, in materia di contribuzione ed assicurazione dei lavoratori privati, fonte diretta di diritti ed obblighi per le parti del rapporto previdenziale, e quale sia, di conseguenza, l'entità dei contributi che il datore di lavoro deve versare in relazione al rapporto ormai emerso: pertanto, essa rientra nella giurisdizione del giudice ordinario (T.A.R. Liguria, 8 gennaio 2009 n. 17; T.A.R. Emilia Romagna, Bologna, 19 dicembre 2008 n. 4675).
Leggi tutto...
 
 
ATI - possesso dei requisiti tecnici ed economici delle imprese costituenti il raggruppamento
Scritto da La redazione iusna.net   
TAR Napoli, Sez. I, 14 luglio 2010 / 29 luglio 2010, n. 17167 (Pres. Guida, est. Dell'Olio)
 
Pur potendo i requisiti oggettivi di carattere tecnico ed economico essere cumulati tra le imprese costituenti il raggruppamento (orizzontale) al fine della dimostrazione della capacità richiesta, nondimeno, onde evitare di trasformare la riunione di imprese in uno strumento elusivo delle regole impositive di un livello minimo di qualificazione professionale, deve sussistere una sostanziale corrispondenza tra i requisiti e la parte del servizio effettuata da ciascuna delle imprese associate.
Leggi tutto...
 
 
Autorizzazione cure sanitarie all'estero - giurisdizione del G.A. - sussiste
Scritto da La redazione iusna.net   
TAR Napoli, Sez. I, 14 luglio 2010 / 29 luglio 2010, n. 17170 (Pres. Guida, est. Donadono)
 
Sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo sulle controversie concernenti il corretto esercizio del potere autorizzatorio dell’autorità sanitaria in ordine alla pretesa relativa alla fruizione di prestazioni assistenziali all’estero, posto che la posizione giuridica soggettiva ha natura di interesse legittimo.
Ultimo aggiornamento ( mercoledì 08 settembre 2010 )
Leggi tutto...
 
 
informativa antimafia - vincolo parentale e frequantazioni con malavitosi - presupposti
Scritto da La redazione iusna.net   
TAR Napoli, Sez. I, 27 maggio 2010 / 20 luglio 2010, n. 16890 (Pres. Guida, est. Dell'Olio)
 
E' privo di significatività l’unico controllo di polizia da cui è stato interessato il padre del titolare della ditta e del direttore tecnico, dal momento che la rilevata frequentazione di un personaggio malavitoso non è idonea, per la sua occasionalità e per l’assenza di altre circostanze sintomatiche della comunanza di interessi con gli ambienti criminali, ad assurgere ad elemento indiziante del pericolo di permeabilità mafiosa.

Infine, per costante e condivisibile orientamento di questo Tribunale, il mero rapporto di parentela che leghi un soggetto ad un esponente della criminalità organizzata, se non rafforzato da ulteriori circostanze indicative (insussistenti nella fattispecie), non costituisce indizio sufficiente di contiguità mafiosa (cfr. da ultimo TAR Campania Napoli, Sez. I, 28 gennaio 2010 nn. 519 e 520, 11 marzo 2010 n. 1357).

Leggi tutto...
 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 75 di 669